CORONAVIRUS – Colpo di scena in Francia: La nicotina protegge dal Covid-19. L’OMS smentisce.

Lo studio, condotto da uno dei principali ospedali di Parigi, nasce dalla bassa percentuale di fumatori su un campione di pazienti ricoverati: via libera ai test con cerotti

Fonte: Tuttosport

L’agenzia France Press ha svelato uno studio condotto da uno dei principali ospedali di Parigi, La Pitié-Salpetriere, che ha del clamoroso: la nicotina potrebbe avere un ruolo (in positivo) nella lotta al Coronavirus. Stravolte, dunque, le affermazioni di qualche settimana fa dell’OMS che indicavano nei fumatori i pazienti più esposti al Covid-19 a causa di una condizioni polmonare non ottimale.
I motivi dello studio
I ricercatori sono stati spinti dal fatto che nei vari ospedali del mondo ci fosse un numero ridotto di fumatori abitudinari. Uno degli ultimi studi in Francia ha svelato che su quasi 500 pazienti positivi al virus “solo il 5% era fumatore” come ha detto all’Afp Zahir Amoura, professore di medicina interna e autore della ricerca.
Via libera dal ministero
Il ministero della salute francese ha dato il via libera al test. Il team del professore applicherà dei cerotti alla nicotina con diversi dosaggi e diverse modalità: preventiva sul personale medico-sanitario, terapeutica sui pazienti ricoverati e infine quella sui pazienti più gravi che si trovano in rianimazione.
Il ruolo della nicotina
Il neurobiologio Jean-Pierre Changeux sostiene inoltre che la nicotina potrebbe impedire al virus di attaccarsi alle cellule, prevenendo la diffusione dell’infezione. La notizia, che in Francia ha creato non poco scalpore, sta facendo il giro del mondo.

Gli esperti dell’Organizzazione Mondiale della Sanità hanno ribadito che la pratica sia nociva dopo che dalla Francia erano sopraggiunte alcune notizie secondo cui la nicotina potrebbe avere un effetto protettivo dall’infezione

Fonte: skytg24
“Il fumo danneggia i polmoni e altre parti del corpo e ti rende più vulnerabile all’infezione da Covid-19. È il momento giusto per smettere di fumare per salvaguardare la salute”, sono queste le parole, apparse sui vari canali social ufficiali, dell’Organizzazione Mondiale della Sanità dopo che dalla Francia erano sopraggiunte alcune notizie secondo cui la nicotina potrebbe avere un effetto protettivo dall’infezione di nuovo Coronavirus. “L’industria del tabacco sta creando polemiche e confusione riguardo l’uso di nicotina e prodotti legati al tabacco e il Covid-19. Gli esperti sanitari hanno avvertito che i fumatori con Covid-19 probabilmente soffrono di condizioni più gravi rispetto agli altri e che queste potrebbero portare a morte prematura”, prosegue l’Oms.


Autore dell'articolo: Fattore Logico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *