CORONAVIRUS – Guanti e mascherine: gli amuleti del terzo millennio ?

Il punto di vista del dott. Stefano Montanari sulle MASCHERINE: sono buone per fermare i tacchini non i virus che sono grandi 120 nanometri, è come fare un preservativo all’uncinetto! Le mascherine potrebbero disegnarsele col lampostil sulla faccia che l’azione sarebbe la stessa. Indossandole ci teniamo appiccicati alla faccia chissà quanti altri virus…queste mascherine danno ipercapnia: si ha un eccesso di anidride carbonica nel sangue perché non c’è una respirazione efficiente. Queste mascherine non devono essere portate a meno che una persona non sia veramente malata e non sputacchi continuamente starnutisca o tossisca (allora sì) ma chi non ha niente non dovrebbe portarla.


Sui GUANTI: sono peggio ancora, noi in tutto il corpo abbiamo il microbiota che sono batteri/funghi/virus che abitano nel nostro organismo che riesce a “mangiare” gli aggressori esterni. Se mi metto i guanti non ho più questa difesa contro i virus esterni quindi la cassiera, la farmacista, il poliziotto si ritrova con parecchi virus appiccicati sui guanti e li trasmette ovunque.
Quei guanti sono veicoli splendidi per i virus quindi non vanno portati. 

Autore dell'articolo: Fattore Logico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *