premio internazionale stefano montanari

Covid-19: Premio internazionale agli scienziati Stefano Montanari e Antonietta Gatti

Premio internazionale Stefano Montanari e Antonietta Gatti

Con l’arrivo del Covid-19, in Italia stiamo assistendo ad intelligentissimi algoritmi dei vari social (YouTube in primis) che provvedono a censurare “pericolose” video-interviste al dott. Stefano Montanari che potrebbero destabilizzare l’opinione pubblica ed intaccare la credibilità del mondo dei professionisti dell’informazione e dei “tronisti da salotti televisivi”.

Non solo: ci sono stati anche “Patti trasversali della scienza” che hanno denunciato lo scienziato modenese per aver legittimamente e costituzionalmente espresso opinioni divergenti rispetto al resto delle fonti scientifiche accreditate (da chi?) riguardo al nuovo Coronavirus.

Ora: in un Paese “normale”, che si trova in un momento storico importante con evidenti e drammatici problemi sanitari, ci aspetteremmo di assistere ad un civile confronto televisivo tra scienziati, medici, virologi veri, di ogni linea di pensiero.

Invece possiamo soltanto ammirare la monopolizzazione delle reti TV nazionali da parte di qualche “fortunatissimo” eletto che purtroppo, fino ad ora, è rimasto a pontificare facendo il telecronista delle vicende quotidiane dicendo “questo sì, questo no, questo forse” a quei medici che “dal campo” propongono soluzioni risolutive insindacabili.

Peccato perché sarebbe illuminante per tutti. Anche, crediamo, per il Montanari (dato che ci pare persona equilibrata e rispettosa) che, a nostro avviso, sarebbe disponibile a venire smentito davanti all’Italia qualora si accertasse l’infondatezza delle sue analisi.
La scienza è confronto. Quindi perché tutta questa “giostra della censura”?

Ma tant’è.

Premio internazionale Stefano Montanari e Antonietta Gatti

Ecco che, “inspiegabilmente”, arriva il premio internazionale “Heroes of Humanity” del Covid-19 per Stefano Montanari e sua moglie Antonietta Gatti.

Cos’è il World Boxing Council

Brevemente il World Boxing Council, nato nel 1963: “È una delle quattro principali organizzazioni internazionali di pugilato riconosciute dall’IBHOF (insieme a IBF, WBA e WBO) che sanciscono gare ufficiali a livello professionistico“. Il conferimento è stato comunicato anche con un tweet pubblicato sull’account certificato del WBC:

Premio internazionale Stefano Montanari
Premio internazionale Stefano Montanari e Antonietta Gatti

Certo, non si tratta di un riconoscimento scientifico. Resta il fatto che le scoperte di Montanari e Gatti, a quanto sembra, trovano conferme nei recentissimi studi effettuati dal dott. Pasquale Mario Bacco che a sua volta definisce il Covid-19 una mezza truffa.

Ma la domanda è: “Dove sta la verità?”
Ai posteri…

Premio internazionale Stefano Montanari
Premio internazionale Stefano Montanari e Antonietta Gatti

Dall’inizio dell’epidemia del nuovo Coronavirus la costante ricerca dei due scienziati, (esperti di nanopatologie e studiosi degli effetti delle polveri sottili nell’organismo umano alla Nanodiagnostics di Modena) ha portato entrambi alla scoperta della vera causa dei troppi decessi.

Premio internazionale Stefano Montanari

Intervista Facebook a cura di Gheri Guido Live

Questo premio, di cosa si tratta?

Stefano Montanari risponde:

Premio internazionale Stefano Montanari e Antonietta Gatti

 La WBC, l’associazione pugilistica a livello mondiale che decreta il campione del mondo delle varie categorie pugilistiche, ha istituito un premio per quelli che loro chiamano “Gli eroi dell’umanità”.

In questo caso è dedicato alle persone che si sono a loro volta dedicate allo studio del Coronavirus ma in maniera positiva, cioè non per raccontare le balle che raccontano alla televisione, per fare veramente qualche cosa di positivo e noi qualcosa di positivo l’abbiamo fatto perché abbiamo scoperto prima di tutti di che cosa si trattava e come va trattato questo problema.

Un problema che, se trattato in maniera corretta, cioè se il medico è capace, viene trattato tranquillamente a casa con poche decine di euro e senza bisogno di andare in ospedale.

La WBC si è accorta di noi e un’altra ventina di persone a livello mondiale. In Europa siamo mi pare in quattro, due di queste siamo mia moglie ed io.

Ci hanno premiato con una medaglia e un diploma, niente di particolare… comunque hanno riconosciuto che noi siamo, secondo loro, eroi dell’umanità per tutto questo. In Italia se ne sono infischiati.

L’immunità di gregge

Io credo che il 95% degli italiani, anche di più forse, creda tranquillamente che esista una bestialità come l’immunità di gregge. Addirittura penso che ci siano dei medici che ci credono. E’ una bestialità. Quando ho visto che si aveva successo raccontando una cosa di questo genere ho capito che c’era qualcosa che non andava perché è una storia vergognosa, che non ha un puntello scientifico come tutta questa storia del Coronavirus.

Gli errori medici

Sono stati commessi degli errori medici clamorosi come quello di intubare i pazienti, come quello di somministrare ossigeno, quando il problema era totalmente diverso.

Era un problema di trombo embolia polmonare, quindi tutto quello che loro hanno fatto era assolutamente inutile e ciò che è inutile in medicina purtroppo è dannoso, perché invece di fare la cosa giusta tu fai la cosa sbagliata e quindi perdi tempo e non fai la cura corretta.
Quindi sono morte tantissime persone per errori medici, c’è poco da fare.

Proprio oggi ho ricevuto una lavoro, fatto da un medico legale tedesco, che dice molto tranquillamente che di Coronavirus non è morto nessuno.
I morti per Coronavirus sono zero.
È quello che sostengo io. L’ho sempre detto che non moriva nessuno di Coronavirus ma morivano per altri motivi.

Tanto è vero che 3 giorni fa (mia moglie ed io) siamo stati premiati a livello mondiale, solo che non serve a niente perché ormai i morti ci sono stati. Purtroppo continuano a esserci perché si continua imperterriti a fare degli errori. Ormai ci siamo accorti tutti che sono errori gravi.
Ma un errore in medicina non è mica roba da poco perché si rischia la pelle e qui rischiano la pelle.

Il business del vaccino

Si continua a sbagliare, secondo me, si continuano a dare dei numeri, che sono peggio dei numeri del Lotto, semplicemente perché questa epidemia, vediamola così, di Coronavirus, è molto utile perché adesso ci sono decine di ditte che stanno inventando un vaccino che è un’altra bestialità, perché una malattia che non dà immunità come questa non può avere un vaccino, ma questo lo sa anche uno studente universitario, non occorre un genio, però la gente non lo sa. E i politici non aspettano altro perché, per farci uscire dall’emergenza, ci devono vaccinare tutti. Il che vuol dire denaro per tutti… tutti quelli che occupano determinate posizioni nella classe politica e quindi è un business, un bellissimo affare.

La bufala clamorosa del Covid-19

Quindi questa epidemia continuerà ad essere totalmente inventata fino a che ci saranno degli imbecilli che ci credono – e purtroppo sono decine di milioni gli imbecilli che continuano a crederci – e continuerà fino a che non ci sarà questo vaccino che porterà un sacco di denaro di corruzione in tasche che magari sono anche già abbastanza piene. Poi ci saranno i soliti personaggi che continueranno ad andare a pagamento un tot al minuto, come abbiamo visto, nelle varie televisioni, andranno a pagamento nelle della TV di Stato – e la TV di Stato la paghiamo noi – e continueranno ad arricchirsi alle spalle di quelli che sono dei gonzi, dei tonti, dei bischeri come li chiamate voi in Toscana. Purtroppo è così.

Questa è una bufala clamorosa ma di grandissimo successo.

Premio internazionale Stefano Montanari e Antonietta Gatti

L’intervista completa su Gheri Guido Live

Premio internazionale Stefano Montanari e Antonietta Gatti

COMUNICATO STAMPA WBC MUAY THAI ITALIA


18 Maggio 2020
Il World Boxing Council, la storica sigla WBC della boxe mondiale, che ha avuto tra i suoi campioni atleti come Muhammed Alì e Mike Tyson, ha istituito un premio internazionale per omaggiare i ricercatori che nei diversi continenti si sono contraddistinti in questi mesi per combattere il virus COVID-19 (di seguito il link con l’elenco dei premiati internazionali https://wbcboxing.com/…/the-wbc-presents-his-heroes-of-hum…/).

Per l’Italia, il premio intitolato “Heroes of Humanity” è andato a Stefano Montanari e Antonietta Gatti, scienziati e ricercatori nel campo delle nanopatologie, noti anche al grande pubblico per la loro attività divulgativa in ambito scientifico.

Stefano Montanari, bolognese di nascita, laureato in Farmacia, è autore di diversi brevetti nel campo della cardiochirurgia, della chirurgia vascolare, della pneumologia e progettista di sistemi ed apparecchiature per l’elettrofisiologia.

Antonietta Gatti è un fisico e bioingegnere, oltre all’attività accademica da più di 20 anni si occupa di nanopatologie e di malattie cd. “orfane”. Collabora con enti di ricerca, governi e istituzioni internazionali. «Tra i Paesi più colpiti dalle infezioni da Covid-19, l’Italia è una delle nazioni che più ha pagato in termini di decessi.

I vertici mondiali della Wbc, tramite gli uffici thailandesi dell’organizzazione, mi hanno chiesto di metterli in contatto con scienziati e ricercatori italiani ed europei che stanno sperimentando cure e ricerche innovative», spiega Max Baggio, rappresentante per l’Italia della WBC Muay Thaie Ceo della KL International (Thailand) Co. Ltd.

«Nel Nord Italia, diversi ospedali si sono trovati di fronte ad una situazione di enorme emergenza con un numero di ricoveri che ha spinto “al limite” le strutture sanitarie e l’operatività di medici e infermieri.

Le diagnosi, associate all’infezione da Covid-19, che venivano solitamente emesse erano di fatto assimilabili a forme acute di polmonite interstiziale: gli scienziati Gatti e Montanari, sulla base delle loro ricerche, stanno scoprendo che in realtà potrebbe trattarsi di casi di tromboembolia polmonare, quindi di natura vascolare ed ematologica».

I vertici della WBC nell’individuare gli scienziati più meritevoli in questa prima fase della pandemia hanno deciso dunque di premiare gli studi innovativi di Montanari e Gatti.

In Asia, e in particolare in Thailandia, questi filoni di ricerca che si concentrano sulle cause “parallele” ed ambientali che contribuiscono ad aumentare la letalità dei virus, come l’inquinamento da micro e nanoparticelle e da altre sostanze tossiche, sono tenuti in forte considerazione dalle autorità scientifiche e politiche.


Ufficio Stampa WBC MUAY THAI ITALIA

AGGIORNAMENTO 23 Maggio 2020

Premio internazionale Stefano Montanari e Antonietta Gatti

FONTE: Byoblu

In un video a Byoblu il dottor Stefano Montanari dichiara di non essere più disposto a ritirare il premio. Il motivo? Il WBC ha ricevuto numerose email da parte di cittadini italiani (tra cui Michelangelo Coltelli di Butac) tese a screditare la coppia di scienziati e a far tornare il WBC sui propri passi.

La storica sigla della boxe mondiale, che ha avuto tra i suoi atleti supercampioni come Muhammed Alì e Mike Tyson, in seguito alle sollecitazioni ricevute ha dunque chiesto a Montanari e Gatti di rispondere e in qualche modo giustificarsi, cosa che i ricercatori di Modena – anche comprensibilmente – non intendono fare, preferendo allora rinunciare al premio.

Montanari spiega anche che dopo avere raccolto la somma necessaria all’acquisto del nuovo microscopio elettronico, che dovrebbe arrivare entro una ventina di giorni, PayPal avrebbe tuttavia bloccato la raccolta fondi, impedendo ai due studiosi di continuare a ricevere le donazioni necessarie a far funzionare il costoso strumento.

Sembra, insomma, che alle peripezie di Stefano Montanari e Antonietta Gatti non vi sia mai fine.

Autore dell'articolo: Stefano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *