Trasforma il tuo vecchio telefono in una videocamera di sorveglianza gratuitamente

Trasformare un vecchio telefono in una videocamera di sorveglianza

Dai nuova vita al tuo telefono obsoleto.

Se hai dei vecchi telefoni che raccolgono polvere in un cassetto da qualche parte, non venderli per quattro soldi. Se si accendono ancora, puoi ancora usarli a casa tua .

Ad esempio, potresti trasformarne uno in un baby monitor o un Amazon Echo . Queste sono delle buone idee, ma uno dei modi più utili per reciclare un vecchio telefono è trasformarlo in una videocamera di sorveglianza domestica .

Passaggio 1: scarica un’app per videocamera di sorveglianza sui tuoi vecchi telefoni

Per iniziare, dovrai scegliere un’app per videocamera di sorveglianza per il tuo telefono. La maggior parte delle app offrono molte delle stesse funzionalità, come streaming locale, streaming cloud, registrazione e archiviazione di filmati localmente o in remoto, rilevamento del movimento e avvisi.

Una volta configurato, sarai in grado di monitorare il tuo spazio vitale e controllare la videocamera di sicurezza da qualsiasi luogo, direttamente dal tuo nuovo telefono.

Una delle migliori opzioni per configurare il telefono come videocamera di sorveglianza è Alfred . È multipiattaforma, quindi non importa se il tuo vecchio telefono è un telefono Android o iPhone . Lo stesso vale per il tuo nuovo telefono.

Alfred è gratuito e ti offre una visione remota live, rilevamento del movimento con avvisi, archiviazione cloud gratuita, un feed audio e l’uso di entrambe le telecamere anteriore e posteriore. Per sbloccare funzionalità aggiuntive, come la visualizzazione e la registrazione ad alta risoluzione, le funzionalità di zoom, la rimozione di annunci e l’archiviazione su cloud di 30 giorni, è possibile eseguire l’aggiornamento a Alfred Premium.

  • Scarica Alfred ( Android , iOS ) su entrambi i tuoi vecchi e nuovi telefoni o su tutti i tablet che desideri utilizzare.
  • Sul nuovo telefono, scorrere l’introduzione e toccare Avvia . Seleziona Visualizzatore e tocca Avanti .
  • Una volta arrivato alla pagina di accesso, fai clic su Accedi con Google (è richiesto un account Google) e accedi con le credenziali del tuo account Google.
  • Sul vecchio telefono, ripetere gli stessi passaggi, ma invece di selezionare Visualizzatore , selezionare Fotocamera . E assicurati di accedere allo stesso account Google.

Le migliori videocamere di sorveglianza economiche del 2020

videocamera di sorveglianza
Trasforma il tuo vecchio telefono in una videocamera di sorveglianza

Una volta che entrambi i telefoni hanno effettuato l’accesso ad Alfred, hai praticamente finito l’installazione. Alfred ha semplificato le opzioni della fotocamera per includere solo alcune impostazioni. 

Su iOS , puoi solo abilitare il rilevamento del movimento, scegliere tra le telecamere anteriore e posteriore e abilitare o disabilitare l’audio. Se stai utilizzando un dispositivo Android, hai quelle opzioni e puoi anche abilitare la messa a fuoco continua, riaprire Alfred automaticamente al riavvio del telefono, impostare una risoluzione e abilitare un blocco con passcode.

Dal tuo nuovo telefono, puoi modificare alcune altre impostazioni, come attivare le notifiche, impostare una telecamera o il nome del visualizzatore, aggiungere altre persone al tuo Trust Circle (concedere ad altre persone l’accesso ai tuoi feed video), rimuovere una telecamera, controllare quante volte una fotocamera si è disconnessa, impostando la sensibilità di rilevamento del movimento e abilitando un filtro di scarsa illuminazione sulle telecamere.

Passaggio 2: scegli un punto per posizionare la videocamera

Dopo aver avviato e attivato lo streaming, sarà necessario impostare e posizionare la videocamera. Potresti volerlo concentrare sulla porta di entrata della tua casa, o nel tuo cortile, in un luogo dove conservi oggetti di valore o un punto che ritieni possa essere particolarmente vulnerabile. Puoi anche configurare una telecamera IP come baby monitor.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE

Come fare una diretta streaming

Autore dell'articolo: Fattore Logico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *